Crea sito

NEGLI ORGANISMI DI VALUTAZIONE SOLO PROFESSIONISTI DOC

 Solo professionisti della valutazione giudicheranno le performance della p.a. e degli enti locali. Gli Oiv (Organismo indipendenti di valutazione), istituiti dalla legge Brunetta (dlgs n.150/2009) restano dunque il centro della misurazione della qualità dell’agire amministrativo, ma dovranno essere composti solo da membri scelti da un elenco ad hoc tenuto dal dipartimento della funzione pubblica. I requisiti per essere iscritti nell’elenco saranno definiti con decreto del ministro delegato per la semplificazione e la p.a. che sarà emanato in tempi stretti. Lo prevede il regolamento che disciplina le nuove funzioni attribuite a palazzo Vidoni in materia di valutazione delle performance, approvato ieri in via preliminare dal consiglio dei ministri. Il dpr rivede in parte la normativa sulla valutazione dei risultati da parte delle p.a., contenuta nella «riforma Brunetta», adempiendo a quanto previsto dal dl 90/2014.

Nello specifico il regolamento anticipa alcune misure che saranno più organicamente oggetto dell’attuazione della legge delega di riforma delle amministrazioni pubbliche, recentemente approvata dal parlamento (legge 124/2015) Secondo il governo il regolamento reca vantaggi sia alla p.a., perché semplifica il ciclo della performance, sia ai cittadini a cui viene garantita una valutazione più indipendente, grazie al ruolo di coordinamento attribuito al Dipartimento della Funzione Pubblica che verranno sottratte all’Anac, l’Autorità nazionale anticorruzione.

Nello specifico, i nuovi Oiv potranno essere in forma monocratica o collegiale (tre componenti) e entreranno a regime a partire dai rinnovi degli organismi attualmente in vigore che resteranno in carico fino alla naturale scadenza del proprio mandato.

Di Francesco Cerisano

Mario Ferraioli

MARIO FERRAIOLI - CEO e SOFTWARE ENGINEER nel '94 fonda lo STUDIO ALBATROS con l'obiettivo di realizzare applicativi per la sicurezza sul lavoro con metodi basati su un sistema esperto.