Sciame d’insetti lo assale mentre è al lavoro, operaio muore per shock anafilattico

Ucciso da uno sciame di insetti, probabilmente vespe o calabroni. È morto così il 59enne Salvatore Ruggeri, nel Messinese, vittima di uno shock anafilattico provocati dai morsi degli insetti.

È stato ucciso probabilmente da uno shock anafilattico il 59enne Salvatore Ruggeri, trovato morto ieri pomeriggio nelle campagne di Letojanni, in provincia di Messina. L’uomo è stato infatti assalito da uno sciame di insetti che lo hanno punto in più parti del viso e della testa: il suo corpo è stato trovato dai soccorritori del 118 che lo stesso aveva chiamato prima di perdere i sensi.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia di Taormina insieme con i militari della compagnia di Letojanni che hanno raggiunto la contrada San Filippo dove l’uomo sarebbe stato assalito dallo sciame d’api. Secondo quanto ricostruito finora sembra infatti che il 59enne si trovasse nelle campagne per un lavoro quando, dopo aver aperto la porta di un magazzino per prendere alcuni attrezzi, è stato assalito dagli insetti che lo hanno colpito soprattutto sul volto e sulla testa. Numerose punture sarebbero state trovate sull’uomo che probabilmente ha iniziato subito a stare male.

Sarebbe stato lui, stando a quanto si apprende, a chiamare i soccorritori prima di mettersi in auto forse per cercare di raggiungere l’ospedale e chiedere aiuto, purtroppo però quando il mezzo del 118 ha raggiunto il posto ha trovato Ruggeri in auto privo di sensi. Trasportato in ospedale, è stato dichiarato morto poco dopo. Per appurare con certezza la causa della morte è stato deciso che verrà eseguita l’autopsia al Policlinico di Messina ordinata dalla procura che ha preso in carico la vicenda.

Pubblicato da Mario Ferraioli

MARIO FERRAIOLI - CEO e SOFTWARE ENGINEER nel '94 fonda lo STUDIO ALBATROS con l'obiettivo di realizzare applicativi per la sicurezza sul lavoro con metodi basati su un sistema esperto.