Crea sito

SOCIAL: I pericoli per la salute delle lampadine a risparmio energetico

Queste lampadine causano mal di testa, ansia e altri disturbi. Ecco cosa devi fare se le usi in casa

lampadina-basso-consumoMolti di noi nel tentativo di risparmiare energia e denaro, sostituiscono le nostre vecchie lampadine standard con le lampadine a risparmio energetico di nuova generazione ecocompatibili. Tuttavia, queste lampadine sono talmente tossiche che l’Environmental Protection Agency (Epa) ha creato un protocollo di emergenza da seguire in caso di rottura della lampadina proprio a causa del gas velenoso rilasciato.

Secondo uno studio, condotto da ricercatori del Fraunhofer Wilhelm Klauditz Institute per Autorità Federale Ambientale in Germania: se rotte, queste lampadine rilasciano 20 volte la concentrazione massima accettabile di mercurio nell’aria.

  • Inoltre è stata riscontrata una correlazione tra le lampadine a risparmio energetico e i seguenti disturbi: Vertigini
  • Cefalea a grappolo
  • Emicrania
  • Crisi epilettiche
  • Affaticamento
  • Difficoltà nella concentrazione
  • Ansia

Perché le lampadine a risparmio energetico sono pericolose per la nostra salute?

  1. Le lampadine a risparmio energetico contengono mercurio. Il mercurio è una potente neurotossina particolarmente pericolosa per i bambini e le donne in gravidanza. Questa sostanza è particolarmente tossica per il cervello, il sistema nervoso, il fegato e i reni. Può anche danneggiare il sistema cardiovascolare, immunitario e riproduttivo. Nei casi peggiori il mercurio può causare perdita di memoria, cancro e Alzheimer.
  2. Le lampadine a risparmio energetico possono causare il cancro. Un nuovo studio effettuato da Peter Braun presso il Germany’s Alab Laboratory ha evidenziato che questo tipo di lampadine contiene degli agenti cancerogeno-tossici in grado di causare il cancro: fenolo, faftalene, stirene.
  3. Le lampadine a risparmio energetico emettono molti raggi UV. La luce delle lampadine a risparmio energetico emette radiazioni UV-C e UV-B. È ufficialmente riconosciuta la pericolosità dei raggi UV per la nostra pelle (può causare il cancro) e per gli occhi. Le radiazioni di queste attaccano direttamente il nostro sistema immunitario, danneggiando i tessuti della pelle al punto di impedire la formazione adeguata di vitamina D-3.

Uno dei pericoli maggiori che si corre nel tenere in casa questo tipo di lampadine è quando una di esse si rompe. Secondo L’Environmental Protection Agency, la seguente procedura di emergenza dovrebbe essere eseguita in caso di rottura della lampadina proprio a causa del gas velenoso rilasciato.

Prima della pulizia

Far evacuare la stanza se ci sono persone e animali domestici.

Arieggiare la stanza per 5-10 minuti aprendo la finestra o la porta a contatto con l’ambiente all’aperto.

  • Spegnere l’impianto di riscaldamento o di condizionamento dell’aria.
  • Il materiale necessario
  • Occhiali protettivi.
  • Nastro adesivo.
  • Panno umido.
  • Un contenitore di vetro con un coperchio di metallo o un sacchetto di plastica sigillabile.

 

Durante la pulizia

  • NON UTILIZZARE L’ASPIRAPOLVERE. L’aspirazione non è raccomandata perché potrebbe diffondere le particelle di mercurio presenti nella polvere.
  • Indossa i guanti, una mascherina e degli occhiali protettivi.
  • Raccogli i pezzi più grandi con le mani e i frammenti più piccoli con l’aiuto del nastro adesivo. Riponi i frammenti della lampadina in contenitori ermetici, come vasi di vetro o sacchetti di plastica sigillabili.
  • Pulisci le superfici con un panno umido. Poi getta tutto ciò che avete utilizzato per la pulizia, inclusi il panno e i guanti.
  • Se la rottura avviene su un tappetino, eliminalo e rimuovi almeno la parte contaminata.
  • Chiamate il centro locale per la raccolta differenziata se hai dei dubbi sul da farsi. Porta i rifiuti presso la Piattaforma Ecologica del tuo Comune, in modo che siano smaltiti in modo corretto.
  • Come misura preventiva, sarebbe bene non utilizzare le lampadine al mercurio in aree a rischio di rottura e incidenti.
  • Lavati subito le mani quando hai terminato.

fonte: www.attivotv.it

Mario Ferraioli

MARIO FERRAIOLI - CEO e SOFTWARE ENGINEER nel '94 fonda lo STUDIO ALBATROS con l'obiettivo di realizzare applicativi per la sicurezza sul lavoro con metodi basati su un sistema esperto.