Steve Jobs, venduti all’asta per 220mila dollari i suoi sandali

È il prezzo più alto mai pagato per questa tipologia di scarpe

Un paio di sandali indossati da Steve Jobs sono stati venduti all’asta da Julien’s Auctions per quasi 220 mila dollari.

Si tratta di un modello in camoscio della Birkenstock che risale alla metà degli anni ’70 e ha impressa l’impronta del piede del fondatore della Apple. Secondo la casa d’aste i sandali erano stimanti circa 60 mila dollari ma il prezzo alla fine è quasi quadruplicato. È il prezzo più alto mai pagato per dei sandali.

Jobs, morto nel 2011 a causa di un tumore al pancreas, indossava quei sandali nella casa dei genitori a Palo Alto in California, dove nel 1976 con Steve Wozniak diede vita alla Apple. L’abitazione è ora un “historic landmark” (luogo storico).

“Steve Jobs ha cambiato il mondo non solo con le sue innovazioni rivoluzionarie, ma anche con il suo stile di leadership aziendale e la moda di indossare i sandali. Questi amati Birkenstock sono stati indossati da Jobs mentre faceva la storia ed erano il punto fermo dell’icona della tecnologia”, ha dichiarato Darren Julien, CEO e fondatore di Julien’s Auctions, come riporta la Cnn.

Nell’ottobre dello scorso anno, un paio di Nike Air Ships indossate dalla leggenda del basket Michael Jordan sono state vendute all’asta per 1,47 milioni di dollari, battendo il record per questo tipo di scarpe.

Pubblicato da Mario Ferraioli

MARIO FERRAIOLI - CEO e SOFTWARE ENGINEER nel '94 fonda lo STUDIO ALBATROS con l'obiettivo di realizzare applicativi per la sicurezza sul lavoro con metodi basati su un sistema esperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.