La prima statua dedicata a una donna sarà quella di Margherita Hack

Verrà costruita a Milano per celebrare il centenario della nascita della “signora delle stelle”. Per realizzarla sono in lizza una serie di artiste esclusivamente donne.

Il 15 luglio del prossimo anno saranno cento anni esatti dalla nascita di Margherita Hack, astrofisica ed eccellenza italiana conosciuta in tutto il mondo come la “signora delle stelle”. Per celebrare questo centenario, la Fondazione Deloitte, in co-progettazione con la Casa degli Artisti e il Comune, ha deciso di costruire una statua della scienziata a Milano.

Margherita Hack
Margherita Hack. Credit: Il corriere della sera.

La scelta di Margherita Hack

La scelta di costruire la prima statua di una donna, in Italia, è caduta su Margherita Hack, pioniera nel campo dell’astrofisica e della divulgazione scientifica. Una donna che ha ispirato intere generazioni e spesso fervida sostenitrice di battaglie per i diritti umani, l’uguaglianza di genere e la forza femminile. La statua che le verrà dedicata a Milano è senz’altro il giusto riconoscimento per una scienziata che ha fatto la storia del nostro Paese.

La selezione per scegliere a chi affidare i lavori, è già partita. In lizza una serie di artiste italiane e internazionali per partecipare alla realizzazione dell’opera. Le idee progettuali che sono arrivate a Casa degli Artisti saranno poi presentate al pubblico e la vincitrice verrà scelta da una giuria di esperti nel corso dei prossimi mesi. L’idea, secondo il presidente della Fondazione Deloitte, è quella di colmare una lacuna nei confronti dell’universo femminile. Che la realizzazione di questa statua rappresenti il punto di partenza per una serie di opere in grado di rendere omaggio alla forza e ai valori straordinari delle donne. L’opera verrà collocata in una posizione centrale di Milano, in modo che tutti, cittadini e turisti, possano ammirarne la bellezza e conoscere soprattutto la storia di una donna straordinaria.

Pubblicato da Mario Ferraioli

MARIO FERRAIOLI - CEO e SOFTWARE ENGINEER nel '94 fonda lo STUDIO ALBATROS con l'obiettivo di realizzare applicativi per la sicurezza sul lavoro con metodi basati su un sistema esperto.